Circolare 3/2018

DIRITTO DEL LAVORO

MLPS: caratteristiche dell’unità produttiva e del cantiere

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nota 18 gennaio 2018, n. 525

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – con Nota del 18 gennaio 2018, n. 525 – ha fornito chiarimenti in merito al criterio relativo al riconoscimento, nei riguardi dei lavoratori, dell’obbligo di possedere il requisito dei 90 giorni di anzianità lavorativa al fine di accedere al trattamento di integrazione salariale.

Il requisito dell’anzianità di effettivo lavoro ai fini dell’accesso alla CIG sussiste se si verificano le seguenti condizioni:

  • l’anzianità di lavoro si realizza presso l’unità produttiva per la quale viene chiesto il trattamento;
  • si tratta di un’anzianità di effettivo lavoro e non di una mera anzianità di servizio;
  • l’anzianità è almeno pari a 90 giorni alla data di presentazione della domanda di trattamento.

Tra le condizioni di riconoscimento dell’anzianità di effettivo lavoro, non è, al contrario, annoverata la continuità della prestazione lavorativa presso l’unità produttiva per la quale viene chiesto il trattamento di integrazione salariale.

Ai fini della qualificazione di un cantiere come “unità produttiva”, è necessario che il cantiere abbia una durata di almeno 30 giorni.

 

INCENTIVI ALLE AZIENDE

Pubblicato dall’ANPAL il decreto sull’incentivo occupazione NEET 2018

ANPAL, D.Dirett. 2 gennaio 2018, n. 3

In data 26 gennaio 2018, l’ANPAL ha pubblicato il Decreto che rende operativo l’incentivo per le assunzioni nel 2018 dei giovani NEET iscritti al programma Garanzia Giovani.

L’incentivo vale per le assunzioni operate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

Nello specifico, il D.Dirett. 2 gennaio 2018, n. 3 dispone che l’incentivo “Occupazione NEET” è rivolto invece ai datori di lavoro privati che assumono  giovani iscritti al programma Garanzia Giovani di età compresa tra i 16 e 29 anni.

 

Pubblicato dall’ANPAL il decreto sull’incentivo occupazione Mezzogiorno

ANPAL, D.Dirett. 2 gennaio 2018, n. 2

In data 26 gennaio 2018, l’ANPAL ha pubblicato il Decreto che rende operativo l’incentivo per le assunzioni nel 2018 nel Mezzogiorno.

L’incentivo vale per le assunzioni operate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

Nello specifico, il D.Dirett. 2 gennaio 2018, n. 2 dispone che l’incentivo “Occupazione Mezzogiorno” è rivolto ai datori di lavoro privati che assumono:

  1. a) lavoratori di età compresa tra i 16 anni e 34 anni di età;
  2. b) lavoratori con 35 anni di età e oltre privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

L’incentivo è circoscritto alle Regioni Abruzzo, Molise, Sardegna, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

 

INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Al via le domande per il bonus asilo nido

INPS, Circolare 29 gennaio 2018, n. 14, Comunicato Stampa 29 gennaio 2018

L’INPS – con comunicato del 29 gennaio 2018 – ha confermato che a decorrere da tale data è possibile richiedere il contributo per il pagamento delle rette di asili nido pubblici e privati autorizzati e per forme di assistenza domiciliare.

Il c.d. bonus bebè, dell’importo massimo di € 1.000, è destinato ai figli nati o adottati dal 1° gennaio 2016 ed è corrisposto dall’INPS su domanda del genitore.

La domanda può essere presentata online attraverso il servizio dedicato, ovvero tramite:

  • contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Su tale argomento – in maniera più approfondita – si è espressa anche la Circolare n. 14/2018, pubblicata lo stesso giorno.

 

INPS, PRESTAZIONI

INPS: fruizione NASPI e risoluzione consensuale del rapporto di lavoro

INPS, Messaggio 26 gennaio 2018, n. 369

L’INPS – con Messaggio del 26 gennaio 2018, n. 369 (non ancora pubblicato sul sito dell’Istituto) – ha fornito chiarimenti in merito all’accesso all’indennità di disoccupazione NASpI nei casi di risoluzione consensuale in seguito al rifiuto del lavoratore al proprio trasferimento ad altra sede della stessa azienda distante oltre 50 km dalla residenza del lavoratore e/o raggiungibile in 80 minuiti o oltre con i mezzi di trasporto pubblico e nelle ipotesi di dimissioni per giusta causa a seguito del trasferimento del dipendente.

Al riguardo, l’Istituto ha ribadito che in talune ipotesi in cui la cessazione del rapporto lavorativo non è conseguenza di un atto unilaterale del datore di lavoro, è ammesso il ricorso al trattamento di disoccupazione.

 

INPS: comprovate gravi difficoltà per il pagamento diretto FIS

INPS, Messaggio 26 gennaio 2018, n. 378

L’INPS – con Messaggio del 26 gennaio 2018, n. 378 – ha reso noto che, a decorrere dal 1° gennaio 2018 ed esclusivamente per eventi decorrenti dalla medesima data, il pagamento diretto delle prestazioni del Fondo di integrazione salariale e dei Fondi di solidarietà può essere autorizzato solo nel caso di serie e documentate difficoltà dell’impresa comprovate dalla presentazione di specifica documentazione.

Tale novità riguarda le prestazioni di assegno ordinario e assegno di solidarietà e fa seguito al rilascio delle indicazioni tecniche per la compilazione dell’Uniemens per il conguaglio/rimborso delle somme anticipate dal datore di lavoro.

 

LAVORO DOMESTICO

Importo dei contributi dovuti per l’anno 2018 per i lavoratori domestici

INPS, Circolare 29 gennaio 2018, n. 15

L’INPS – con Circolare del 29 gennaio 2018, n. 15 – ha comunicato gli importi dei contributi dovuti per l’anno 2018 per i lavoratori domestici a seguito della variazione annuale dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

Per il rapporto di lavoro a tempo determinato continua ad applicarsi il contributo addizionale  pari all’1,40% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali (retribuzione convenzionale).

Vedi l’Approfondimento

 

Lavoro domestico: i nuovi minimi retributivi dal 1° gennaio 2018

Accordo 17 gennaio 2018

In data 17 gennaio 2018, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è stato siglato – tra FIDALDO, DOMINA, FEDERCOLF e FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, UILTuCS – l’accordo per determinare i nuovi minimi retributivi derivanti dalla variazione del costo della vita, con decorrenza 1° gennaio 2018.

Successivamente, Assindatcolf – con comunicato del 24 gennaio 2018 – ha reso noto che per il 2018 hanno subito un aumento i contributi da versare a colf, badanti e baby sitter.

 

LAVORO PARASUBORDINATO

Imprese alimentari artigiane e ricorso al lavoro intermittente: interpello MLPS

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Interpello 30 gennaio 2018, n. 1

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – con Interpello del 30 gennaio 2018, n. 1 , promosso dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, circa la corretta interpretazione della disciplina del lavoro intermittente, ex artt. 13 e ss., D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81 – ha chiarito che le imprese alimentari artigiane possono stipulare contratti di lavoro intermittente, per le mansioni di cameriere e per il personale di servizio e di cucina (punto 5, Tab. allegata al Regio Decreto n. 2657/1923), solo se operanti nel settore dei “pubblici esercizi in genere”.

 

MANOVRA 2018

Legge Bilancio 2018: i chiarimenti dell’INL sugli aspetti di vigilanza sul lavoro

INPS, Circolare 25 gennaio 2018, n. 2

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro – con Circolare 25 gennaio 2018, n. 2 – ha illustrato le principali novità della legge n. 205/2017, focalizzando le disposizioni inerenti l’attività di vigilanza.

Con riferimento alla tracciabilità dei pagamenti, viene precisato che a far data dal 1° luglio 2018 i datori di lavoro o committenti corrispondono ai lavoratori la retribuzione, nonché ogni anticipo di essa, attraverso una banca o un ufficio postale con uno dei seguenti mezzi:

  • bonifico sul conto identificato dal codice IBAN indicato dal lavoratore;
  • strumenti di pagamento elettronico;
  • pagamento in contanti presso lo sportello bancario o postale dove il datore di lavoro abbia aperto un conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento;
  • emissione di un assegno consegnato direttamente al lavoratore o, in caso di suo comprovato impedimento, ad un suo delegato. L’impedimento s’intende comprovato quando il delegato a ricevere il pagamento è il coniuge, il convivente o un familiare, in linea retta o collaterale, del lavoratore, purché di età non inferiore a sedici anni.

Di seguito gli ulteriori argomenti trattati dalla circolare in riferimento alla legge di Bilancio 2018:

  • esonero contributivo (commi 100-108 )
  • decontribuzione – disposizioni comuni (commi 113-114 )
  • decontribuzione agricola (commi 117-118 )
  • attività sportive dilettantistiche (commi 357-361 )
  • lavoro occasionale (comma 368 )
  • esonero contributivo Mezzogiorno (commi 893)

 

 

APPROFONDIMENTI

INCENTIVI ALLE AZIENDE

Al via l’incentivo occupazione NEET 2018

In data 26 gennaio 2018, l’ANPAL ha pubblicato il Decreto n. 3/2018 che rende operativo l’incentivo per le assunzioni nel 2018 dei giovani NEET iscritti al programma Garanzia Giovani.

L’incentivo vale per le assunzioni operate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018.

I soggetti aderenti al programma Garanzia Giovani:

  • sono di età compresa tra i 15 ed i 29 anni (da intendersi, 29 anni e 364 giorni) che si registrano al programma GG tramite portale nazionale o regionale;
  • hanno assolto al diritto/dovere scolastico se minorenni;
  • non sono inseriti in percorsi di istruzione o formazione, inoccupati o disoccupati, ex art. 19, D.Lgs. n. 150/2015 (fino al 24 settembre 2015, in base a quanto richiamato nel D.Lgs. n. 181/2000 e s.m.i.).

L’assunzione deve riguardare una sede di lavoro ubicata in tutto il territorio nazionale, con la sola esclusione della provincia di Bolzano, con una delle seguenti tipologie contrattuali:

  • a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, anche part-time;
  • apprendistato professionalizzante, anche part-time.
  • Rientra tra gli incentivi anche il socio della cooperativa, qualora lo stesso venga assunto a tempo indeterminato.

L’incentivo, invece, non è riconosciuto in caso di assunzione con contratti di lavoro:

domestico;

occasionale;

intermittente.

Rispetto agli incentivi analoghi degli anni precedenti, si segnala l’abrogazione dell’incentivo in caso di assunzione a tempo determinato: infatti, sia il bonus Garanzia Giovani (2014/2016) che l’Incentivo Occupazione Giovani (2017) prevedevano delle agevolazioni per dei contratti di lavoro di durata minima pari a 6 mesi.

L’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale posta a carico del datore di lavoro, con l’esclusione dei premi INAIL, per 12 mesi entro un tetto massimo pari ad € 8.060 su base mensile, riproporzionato in caso di lavoro a tempo parziale.

La fruizione deve rispettare le condizioni dettate dal “de minimis”, tranne che in caso di assunzione che comporti un incremento occupazionale netto rispetto alla media dei dipendenti dei dodici mesi precedenti l’assunzione stessa.

 

INCENTIVI ALLE AZIENDE

Operativo l’incentivo occupazione Mezzogiorno

In data 26 gennaio 2018, l’ANPAL ha pubblicato il Decreto n. 2/2018 che rende operativo l’incentivo per le assunzioni nel 2018 nel Mezzogiorno.

L’incentivo – che vale per le assunzioni operate dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 – ricorda per larghissimi tratti l’Incentivo Occupazione SUD (operativo nel 2017), anche se trova la propria norma di riferimento nella legge di bilancio 2018 (legge n. 205/2017).

L’incentivo è riconosciuto ai datori di lavoro privati che assumono a tempo indeterminato, a anche a scopo di somministrazione, o con contratto di apprendistato professionalizzante, giovani la cui sede di lavoro è ubicata in una delle Regioni meno sviluppate, quali:

  • Basilicata,
  • Calabria,
  • Campania,
  • Puglia
  • Sicilia
  • oppure
  • Abruzzo,
  • Molise
  • Sardegna,

indipendentemente dalla residenza del lavoratore.

I giovani “portatori di incentivo” sono i lavoratori con età compresa tra i 16 ed i 34 anni e quelli con 35 anni e oltre purché privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi (e che non hanno avuto un rapporto di lavoro negli ultimi sei mesi con il medesimo datore di lavoro).

L’incentivo, pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e dei contributi INAIL, è riconosciuto per un periodo di 12 mesi a partire dalla data di assunzione, nel limite massimo di € 8.060 su base annua, anche in caso di lavoro part time (in questo caso è proporzionalmente ridotto), di trasformazione a tempo indeterminato di un contratto a termine e per il socio di cooperativa, se assunto con contratto di lavoro subordinato.

Il beneficio – che deve essere fruito entro il 29 febbraio 2020 e deve rispettare le note regole del de minimis – non è concesso per i contratti di lavoro:

  • domestico,
  • occasionale,

I datori di lavoro interessati devono inoltrare apposita istanza preliminare di ammissione all’INPS per via telematica indicando i dati relativi all’assunzione effettuata o che intendono effettuare.

In attesa della circolare INPS che definirà le modalità operative e la messa on line del modulo telematico il beneficio vien autorizzato in base all’ordine cronologico di decorrenza dell’assunzione.

 

LAVORO DOMESTICO

Incrementi di retribuzione e contribuzione per colf e badanti nel 2018

In data 17 gennaio 2018 è stato siglato l’accordo per determinare i nuovi minimi retributivi derivanti dalla variazione del costo della vita, con decorrenza 1° gennaio 2018.

Di seguito le singole tabelle da adottare a decorrere dal 1° gennaio 2018.

Tabella A

Livelli Lavoratori conviventi
  Valori mensili Indennità
A 629,15  
AS 743,55  
B 800,74  
BS 857,94  
C 915,15  
CS 972,33  
D 1.143,91 169,15
DS 1.201,11 169,15

Tabella B

Livelli Lavoratori di cui art. 15, co. 2
  Valori mensili
B 571,96
BS 600,56
C 663,46

Tabella C

Livelli

 

Lavoratori non conviventi
  Valori orari
A 4,57
AS 5,39
B 5,72
BS 6,06
C 6,40
CS 6,74
D 7,78
DS 8,12

 

Per quanto riguarda, invece, l’ambito previdenziale, si segnala che nel 2018 ci saranno degli aumenti che varieranno da € 0,02 centesimi ad € 0,03 centesimi per chi effettua meno di 24 ore di lavoro settimanali e di € 0,01 centesimo per chi effettua più di 24 ore settimanali.

Per i rapporti di lavoro a tempo determinato ad esclusione di quelli in sostituzione per maternità, ferie, permessi, etc. deve essere applicata la tabella comprensiva del contributo addizionale i cui valori sono anch’essi variati rispetto all’anno precedente di € 0,02 centesimi.

Per l’importo dei contributi dovuti per l’anno 2018 per i lavoratori domestici si veda la Circolare 29 gennaio 2018, n. 15.

 

 

PRINCIPALI SCADENZE

 

Data scadenza Ambito Attività Soggetti obbligati Modalità
Venerdì
16/02/2018
INPS Versamento contributo Tfr al Fondo di Tesoreria Datori di lavoro del settore privato che abbiano alle proprie dipendenze almeno 50 addetti Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
INPS Versamento alla Gestione separata dei contributi calcolati su compensi erogati nel mese precedente a collaboratori coordinati e continuativi e venditori a domicilio, iscritti e non iscritti a forme di previdenza obbligatoria Committenti Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
INPS Versamento dei contributi sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti corrisposte nel mese precedente Datori  di lavoro Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
INPS Versamento contributo ordinario fondo di integrazione salariale. Datori di lavoro operanti in settori non coperti dalla normativa in materia d’integrazione salariale con  più di 15 dipendenti (Codice autor. INPS 0J) Modello F 24 on line – Denuncia Uniemens
Venerdì
16/02/2018
INPS ex ENPALS Versamento contributi previdenziali relativi al mese precedente Aziende dei settori dello spettacolo e dello sport Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
IRPEF Sostituti d’imposta Versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, provvigioni, indennità di cessazione del rapporto di agenzia e di collaborazione coordinata e continuativa corrisposti nel mese precedente Sostituti d’imposta Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
IRPEF Versamento addizionale regionale:  rata addizionale regionale trattenuta ai lavoratori dipendenti sulle competenze del mese precedente o in unica soluzione a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro. Sostituti d’imposta Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
IRPEF Versamento addizionale comunale:  versamento delle rate dell’addizionale comunale previsto in forma di acconto e saldo. In caso di cessazione del rapporto di lavoro in corso d’anno, l’addizionale residua dovuta  e versata in un’unica soluzione. Sostituti d’imposta Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
IRPEF Versamento saldo imposta sostitutiva rivalutazioni del TFR Sostituti d’imposta Modello F 24 on line
Venerdì
16/02/2018
INPGI Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente Datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze giornalisti e praticanti Modello F24/Accise – Denuncia modello DASM
Venerdì
16/02/2018
CASAGIT Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente Datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze giornalisti e praticanti Bonifico bancario – Denuncia modello DASM
Venerdì
16/02/2018
INAIL Comunicazione di riduzione delle retribuzioni presunte per l’anno in corso Datori di lavoro Comunicazione telematica
Venerdì
16/02/2018
INAIL Autoliquidazione: versamento premio anticipato anno in corso e saldo premio anno precedente unica soluzione o 1^ rata Datori  di lavoro Modello F24 on line titolari P.IVA  oppure presso Banche e uff. Postali non titolari P.IVA
Venerdì
16/02/2018
FASC Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente dovuti al fondo di previdenza per gli impiegati Imprese di spedizione e agenzie marittime che applicano il Ccnl Agenzie marittime e aeree e il Ccnl Autotrasporto merci e logistica Bonifico bancario – Denuncia telematica
Martedì

20/02/2018

ENASARCO Versamento dei contributi relativi alle provvigioni liquidate nel  4° trimestre 2016 Soggetti preponenti nel rapporto di agenzia RID bancario
Lunedì

26/02/2018

ENPAIA Denuncia delle retribuzioni e versamento dei contributi previdenziali per gli impiegati Aziende agricole M.A.V. bancario – denuncia on line
Mercoledì

28/02/2018

INPS ex ENPALS Denuncia contributiva mensile unificata

 

Aziende settori sport e spettacolo

 

Procedura telematica
Mercoledì

28/02/2018

INPS Denuncia contributiva e retributiva – Uniemens individuale comunicazione dei dati retributivi e contributivi Datori di lavoro Trasmissione telematica
Mercoledì

28/02/2018

Fondi Fasi: versamento contributi trimestrali Dirigenti aziende industriali Datori di lavoro aziende industriali Bollettino Bancario – RID
Mercoledì

28/02/2018

INAIL Presentazione domanda di riduzione tasso Datori di lavoro Presentazione on line  mod. OT/24
Mercoledì

28/02/2018

INAIL Denuncia delle retribuzioni  trasmissione telematica Datori di lavoro Trasmissione telematica modello 10 31
Mercoledì

28/02/2018

LUL Stampa Libro Unico del Lavoro relativo al periodo precedente Datori di lavoro, intermediari obbligati alla tenuta Stampa meccanografica – Stampa Laser