Rilevazione presenze Gps nel rispetto della privacy del lavoratore

Quando si parla di geolocalizzazione, di solito si intende l’installazione di apparecchiature di localizzazione satellitare GPS e, nell’ambito delle rilevazioni presenze, all’introduzione di mezzi tecnologici utilizzati dai dipendenti per la rilevazione dello svolgimento dell’attività lavorativa. Il GPS, infatti, è uno strumento hardware che permette di rilevare la posizione geografica del dispositivo sul quale è installato e, grazie all’utilizzo di software, gestire le presenze del personale aziendale durate la mobilità.

La questione della geolocalizzazione, però, pone alle aziende due tipi di problemi: il primo riguardante la disciplina del controllo a distanza dei lavoratori in relazione allo Statuto dei lavoratori e l’altro relativo alla loro privacy ed al rispetto delle sempre più stringenti norme in tema di riservatezza.

Geolocalizzazione e privacy: argomento molto dibattuto!

Di fatto è innegabile che il GPS consenta il controllo dei lavoratori a distanza e pertanto si ponga in contraddizione con l’art. 4 dello Statuto dei lavoratori che vieta ai datori di lavoro controlli a distanza attraverso impianti e apparecchiature.

Con la riforma del Jobs act, il divieto è stato limitato al caso in cui la localizzazione sia effettuata esclusivamente per il controllo dell’attività dei lavoratori. Questo vuol dire, in sostanza, che l’installazione del GPS è da considerarsi legittima nel caso in cui il suo utilizzo sia strettamente necessario all’attività lavorativa, sia per ragioni organizzative, nonché per la registrazione degli accessi e delle presenze.

Il fenomeno della geolocalizzazione accende anche i riflettori sulla privacy, in quanto i dati provenienti dalle coordinate geografiche, incrociati con i dati del sistema turni, consentono di risalire al singolo dipendente a cui sia stato assegnato uno specifico dispositivo. Si tratta, però, di un argomento molto delicato e dibattuto che coinvolge due interessi contrapposti, controllo e privacy, da un lato il diritto dell’azienda di verificare la produttività del lavoratore, dall’altro la tutela della sua dignità.

La questione è stata affrontata negli ultimi anni dal Garante della privacy che ha ricordato gli adempimenti a carico delle aziende prima di installare i dispositivi ed iniziare il trattamento dei relativi dati.

Le aziende devono definire con precisione le modalità di raccolta, di elaborazione e di conservazione dei dati di geolocalizzazione e degli altri dati personali, differenziando le tutele in base a ogni singola finalità perseguita.

Gestione del personale più semplice con un’app GPS!

Grazie alle nuove tecnologie, si è venuto a creare un terreno fertile per la creazione di App, studiate ed implementate partendo dalle esigenze specifiche delle aziende che contano diversi dipendenti fuori sede con necessità di timbratura “in esterna”.

Il sistema è molto semplice: lo smartphone funziona da timbratrice ed in tempo reale è possibile conoscere orario e posizione geografica del personale al momento della timbratura.

Così si possono verificare le timbrature dei dipendenti senza dover consultare file Excel o software di timbrature con i vecchi cartellini (spesso e purtroppo ancora cartacei).

Inoltre i dati di timbratura acquisiti, essendo legati al luogo di lavoro localizzato, forniscono immediatamente un consuntivo delle attività svolte dal personale.

Ecco i principali vantaggi che ne derivano:

  • Gestire le attività esterne della tua azienda;
  • Validare la posizione di esecuzione di un determinato lavoro;
  • Evitare l’installazione di costosi, e poco pratici, dispositivi a muro;
  • Avere le informazioni in cloud, quindi sempre accessibili;

Un modo facile e comodo per tenere sotto controllo la corretta esecuzione di un’attività presso un cliente o una sede distaccata.

Il tutto con zero costo iniziale per l’acquisto di una timbratrice a muro, l’unico dispositivo necessario è lo smartphone o il tablet, che può gestire tutte le presenze senza fogli di carta o alterazione degli orari oltre ad essere portatile.

Siri è il primo Studio in Italia ad avere adottato il sistema Peoplelink  che rappresenta il mezzo ideale per velocizzare tutte le fasi di acquisizione della rilevazione delle presenze in mobilità e l’invio dei dati per l’elaborazione dei cedolini paga. Inoltre il software è, ad oggi, l’unico certificato dal Garante della Privacy Italiana in materia di rilevazione delle informazioni geo-localizzate solo ove necessarie e senza nessun tipo di controllo o tracciatura continua della posizione.

Contattateci per una demo.