Imprese alimentari artigiane: nessuna deroga per i contratti a chiamata

Nessuna deroga è prevista per le imprese artigiane del settore alimentare che intendono stipulare contratti di lavoro a chiamata: lo ha chiarito, con l’interpello n. 1 del 2018, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in risposta ad una istanza presentata dal Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro in materia di lavoro intermittente.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, in risposta all’istanza di interpello n. 1 del 30 gennaio 2018, formulata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, riguardo la disciplina del lavoro intermittente. In particolare, si chiede di conoscere se le attività di ristorazione senza somministrazione svolte dalle imprese alimentari artigiane (pizzerie al taglio, rosticcerie).