IL RAPPORTO NON È SUBORDINATO SE IL LAVORATORE NON DEVE GIUSTIFICARE LE ASSENZE

IL RAPPORTO NON È SUBORDINATO SE IL LAVORATORE NON DEVE GIUSTIFICARE LE ASSENZE

La Corte di Cassazione, Sezione Lavoro, con sentenza 16 novembre 2018, n. 29646, ha escluso la natura subordinata del rapporto di lavoro se il lavoratore non è tenuto a giustificare le assenze prolungate dal servizio. Il potere gerarchico, infatti, non può esplicarsi in semplici direttive di carattere generale, ma deve manifestarsi con ordini specifici e reiterati e con l’inserimento effettivo del lavoratore nell’organizzazione aziendale.