CIRCOLARE OTTOBRE 2018

INDICE

  • Interpello MLPS: responsabilità solidale negli appalti tra committente ed appaltatore e ruolo della contrattazione collettiva
  • Illegittimità costituzionale della modalità di calcolo dell’indennità per licenziamento ingiustificato
  • INAIL: le istruzioni per il servizio telematico di denuncia/comunicazione di infortunio per i datori  di lavoro del settore agricoltura e la prestazione una tantum a favore dei malati di mesotelioma non professionale o dei loro eredi
  • Sgravio contributivo e contratti di solidarietà: i chiarimenti dell’INPS
  • INPS: modalità richiesta di ricongiunzione casse professionali
  • INPS: cumulabilità del reddito derivante da attività di lavoro autonomo in agricoltura con la NASpI

 

Approfondimenti

  • Alcuni interventi dell’INAIL su infortuni e malattie professionali
  • INPS: le novità sullo sgravio contributivo per i contratti di solidarietà
  • Utilizzo del canale telematico per la presentazione della domanda di ricongiunzione: i chiarimenti  dell’INPS

 

 

IN BREVE

APPALTI

Interpello MLPS: responsabilità solidale negli appalti tra committente ed appaltatore e ruolo della contrattazione collettiva

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Interpello 13 settembre 2018, n. 5

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con Interpello del 13 settembre 2018, n. 5, promosso da UGL Terziario in merito all’istituzione di metodi e procedure di controllo e di verifica della regolarità complessiva degli appalti di servizi – ha precisato che la contrattazione collettiva non può derogare al regime di solidarietà del committente per i crediti retributivi nei confronti dell’appaltatore di cui risulti titolare il lavoratore impiegato nell’appalto, neppure se il contratto collettivo ha previsto metodi e procedure di controllo e verifica della regolarità degli adempimenti nell’appalto.

Al riguardo, il MLPS ha confermato che la responsabilità condivisa tra committente e appaltatore, ex art. 29, D.Lgs. n. 276/2003, non è più derogabile dal 17 marzo 2017 (data di entrata in vigore del D.L. n. 25/2017) e, pertanto, la facoltà di deroga da parte dei contratti collettivi non opera per tutti i contratti d’appalto stipulati dopo tale data.

 

FINE RAPPORTO

Illegittimità costituzionale della modalità di calcolo dell’indennità per licenziamento ingiustificato

Corte Costituzionale, Comunicato Stampa 26 settembre 2018

La Corte Costituzionale – con sentenza del 26 settembre 2018 (che sarà depositata nelle prossime settimane) – ha statuito l’illegittimità delle modalità di determinazione dell’indennità spettante al lavoratore nell’ipotesi di licenziamento ingiustificato, ex art. 3, comma 1, D.Lgs. n. 23/2015 (cd. contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti), nella parte non modificata dal cd. decreto legge n. 87/2018.

Al riguardo, l’Ufficio Stampa della Corte Costituzionale – con comunicato del 26 settembre 2018 – ha sottolineato che la previsione di un’indennità crescente in ragione della sola anzianità di servizio del lavoratore risulta contraria ai principi di ragionevolezza e di uguaglianza e viola il diritto e la tutela del lavoro sanciti dagli artt. 4 e 35 della Costituzione.

 

INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INAIL: le Circolari con le istruzioni per il servizio telematico di denuncia/comunicazione di infortunio per i datori di lavoro del settore agricoltura e le prestazione una tantum a favore dei malati di mesotelioma non professionale o dei loro eredi

INAIL, Circolari 21 settembre 2018, n. 36 e 24 settembre 2018, n. 37

L’INAIL – con Circolare del 24 settembre 2018, n. 37 – ha fornito le istruzioni per l’utilizzo del servizio telematico di denuncia/comunicazione di infortunio per i datori di lavoro del settore agricoltura.

I soggetti tenuti all’adempimento dell’obbligo sono i datori di lavoro inquadrati, ai fini previdenziali e assicurativi, nel settore agricoltura e registrati negli appositi archivi dell’Inps.

L’INAIL – con Circolare del 21 settembre 2018, n. 36 – ha fornito le istruzioni per l’erogazione, nel triennio 2018-2020, della prestazione economica a favore dei malati di mesotelioma non professionale e dei loro eredi.

Vedi l’Approfondimento

 

INPS, CONTRIBUZIONE

Sgravio contributivo e contratti di solidarietà: i chiarimenti dell’INPS

INPS, Circolare 26 settembre 2018, n. 98

L’INPS – con Circolare del 26 settembre 2018, n. 98 – ha illustrato le modalità di recupero della riduzione contributiva, a valere sulle risorse stanziate per l’anno 2017, prevista a favore dei datori di lavoro che hanno stipulato contratti di solidarietà difensivi.

Nello specifico, l’Istituto ha ricordato che possono beneficiare della riduzione contributiva, per l’anno 2017, le imprese che al 30 novembre 2017 hanno stipulato un contratto di solidarietà ex lege n. 863/1984 o D.Lgs. n. 148/2015, nonché le imprese che hanno avuto un contratto di solidarietà in corso nell’anno 2016.

Lo sgravio è riconosciuto per la durata del contratto di solidarietà e, comunque, per un periodo non superiore a 24 mesi nel quinquennio mobile, sulla contribuzione a carico del datore di lavoro, dovuta sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori interessati alla contrazione dell’orario di lavoro in misura superiore al 20%.

La misura della riduzione contributiva è pari al 35% della contribuzione a carico del datore di lavoro.

Vedi l’Approfondimento

 

INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

INPS: modalità richiesta di ricongiunzione casse professionali

INPS, Messaggio 6 settembre 2018, n. 3494

L’INPS – con Messaggio del 25 settembre 2018, n. 3494 – ha informato che è possibile presentare in via telematica anche la domanda di ricongiunzione dalle casse professionali nel Fondo dei lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico (gestioni ex Enpals) e quella di ricongiunzione nel Fondo dei lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico (gestioni ex Enpals) e nei Fondi speciali Elettrici, Telefonici e Volo.

Vedi l’Approfondimento

 

INPS, PRESTAZIONI

INPS: cumulabilità del reddito derivante da attività di lavoro autonomo in agricoltura con la NASpI

INPS, Messaggio 21 settembre 2018, n. 3460

L’INPS – con Messaggio del 21 settembre 2018, n. 3460 – ha fornito alcune precisazioni in materia di reddito derivante da attività di lavoro autonomo in agricoltura ai fini della cumulabilità con l’indennità di disoccupazione NASpI.

Nello specifico, è stato chiarito che – sempre nel rispetto del limite annuo di € 4.800 – il reddito derivante da attività lavorativa autonoma agricola va individuato nel reddito agrario di cui all’articolo 32 del TUIR, se sono rispettati i limiti di sfruttamento della potenzialità del terreno ivi stabiliti, ovvero nel reddito di impresa, se sono superati i predetti limiti.

 

APPROFONDIMENTI

INAIL, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Alcuni interventi dell’INAIL su infortuni e malattie professionali

L’INAIL è intervenuta con due provvedimenti ravvicinati, che analizzano fattispecie differenti: con la prima, si è occupata delle prestazioni economiche una tantum a favore dei malati di mesotelioma non professionale o dei loro eredi, mentre con la seconda ha informato dell’avvenuta attivazione del servizio telematico di denuncia/comunicazione di infortunio online per i datori di lavoro del settore agricoltura.

L’INAIL – con Circolare n. 36/2018 – ha fornito le istruzioni per l’erogazione, nel triennio 2018-2020, della prestazione economica una tantum a favore dei malati di mesotelioma non professionale o dei loro eredi.

Gli aventi diritto alla prestazione una tantum sono tutti i soggetti, indipendentemente dalla loro cittadinanza, che risultino affetti da mesotelioma contratto o per esposizione familiare a lavoratori impiegati in Italia nella lavorazione dell’amianto ovvero per esposizione ambientale avvenuta sul territorio nazionale.

Nell’ipotesi di decesso dei predetti soggetti, la prestazione una tantum può essere corrisposta agli eredi, e ripartita tra gli eredi stessi. L’importo della prestazione economica è confermato per ciascuno degli anni 2018-2020 nella stessa misura di € 5.600,00 previsto per il triennio 2015-2017.

La prestazione in commento non è cumulabile con la prestazione aggiuntiva erogata dallo stesso Fondo ai lavoratori vittime dell’amianto per esposizione di natura professionale, ex Decreto Interministeriale del 12 gennaio 2011, n. 303.

Per quanto concerne, invece, l’ipotesi in cui il soggetto risulterà titolare della prestazione aggiuntiva, in quanto superstite di un lavoratore vittima dell’amianto, la prestazione in esame deve essere corrisposta, al ricorrere dei presupposti di legge, tenuto conto del diverso fondamento giuridico posto a base delle due prestazioni.

La prestazione assistenziale a carico del Fondo è erogata agli aventi diritto purché non sia intervenuta la prescrizione, ex art. 2946 cod. civ.

L’INAIL – con Circolare n. 37/2018 – ha reso noto che dal 1° ottobre 2018 è disponibile il servizio telematico di denuncia/comunicazione di infortunio online per i datori di lavoro del settore agricoltura.

I soggetti tenuti all’adempimento del suddetto obbligo sono i datori di lavoro inquadrati, ai fini previdenziali e assicurativi, nel settore agricoltura e registrati negli appositi archivi dell’INPS.

Tale Istituto, infatti, provvede sia alla riscossione dei contributi di previdenza e assistenza sociale e assicurativi, sia all’accertamento dell’appartenenza al settore agricoltura.

La denuncia/comunicazione può essere effettuata anche dagli intermediari e dai loro delegati.

I datori di lavoro del settore agricoltura, per l’accesso ai servizi telematici Inail, devono essere in possesso del profilo di “Utente con credenziali dispositive”, acquisibile tramite il servizio “Richiedi credenziali dispositive” disponibile sul portale www.inail.it, oppure effettuando l’accesso con una delle modalità di seguito riportate:

  • Spid
  • Pin Inps
  • Carta Nazionale dei Servizi (Cns).

In alternativa, può essere presentata richiesta alle Sedi territoriali dell’INAIL previa compilazione dell’apposito modulo reperibile nel portale alla sezione “ATTI E DOCUMENTI” -> “Moduli e modelli”, sottosezione “PRESTAZIONI”, voce “Altri moduli”.

Per ogni opportuna informazione si rinvia alle istruzioni riportate nella sezione “SUPPORTO” -> “Guide manuali operativi”, sottosezione “Servizi online – Istruzioni per l’accesso”.

Gli intermediari e i loro delegati possono accedere al servizio per l’inoltro della denuncia/comunicazione di infortunio per il settore agricoltura con le credenziali già in loro possesso e utilizzate per effettuare gli adempimenti per conto delle aziende in delega (consulenti del lavoro, dottori commercialisti, ragionieri e periti commerciali, associazioni di categoria, ecc.).

 

INPS, CONTRIBUZIONE

INPS: le novità sullo sgravio contributivo per i contratti di solidarietà

L’INPS – con Circolare del 26 settembre 2018, n. 98 – ha fornito le istruzioni operative per la fruizione delle riduzioni contributive connesse ai contratti di solidarietà in favore delle aziende che, sulla base dei decreti direttoriali adottati dal MLPS, siano state ammesse allo sgravio contributivo previsto dall’art. 6 del decreto legge n. 510/1996, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 608/1996, a valere sullo stanziamento relativo all’anno 2017.

Com’è noto, il Decreto Interministeriale 27 settembre 2017, n. 2, ha rideterminato le modalità e le regole di accesso alla riduzione contributiva per le imprese che stipulano o hanno in corso contratti di solidarietà e indicati i termini di presentazione delle istanze dall’anno 2017.

Le aziende, ai fini dell’ammissione allo sgravio, non hanno più l’obbligo di individuare, nel contratto di solidarietà, strumenti finalizzati a indicare miglioramenti della produttività di entità analoga allo sgravio contributivo spettante sulla base dell’accordo sulla riduzione dell’orario di lavoro.

Per l’anno 2017, sono destinatarie della riduzione contributiva in specie le imprese che al 30 novembre 2017 abbiano stipulato un contratto di solidarietà ex lege n. 863/84, ovvero D.Lgs. n. 148/2015, nonché le imprese che abbiano avuto un contratto di solidarietà in corso nell’arco dell’anno 2016.

Lo sgravio è riconosciuto per la durata del contratto di solidarietà e, comunque, per un periodo non superiore a 24 mesi nel quinquennio mobile, sulla contribuzione a carico del datore di lavoro, dovuta sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori interessati alla contrazione dell’orario di lavoro in misura superiore al 20%.

La misura della riduzione contributiva è pari al 35% della contribuzione a carico del datore di lavoro.

Non sono soggette alla riduzione contributiva in argomento le seguenti forme di contribuzione, dovute dai datori di lavoro interessati:

  • il contributo per la garanzia sul finanziamento della Qu.I.R.;
  • il contributo previsto dall’articolo 25, comma 4, della legge n. 845/1978, in misura pari allo 0,30% della retribuzione imponibile;
  • il contributo di solidarietà sui versamenti destinati alla previdenza complementare e/o ai fondi di assistenza sanitaria;
  • il contributo di solidarietà per i lavoratori dello spettacolo.

Il beneficio contributivo è incompatibile con qualunque altro beneficio contributivo previsto, a qualsiasi titolo, dall’ordinamento.

 

INPS, DENUNCE E COMUNICAZIONI

Utilizzo del canale telematico per la presentazione della domanda di ricongiunzione: i chiarimenti dell’INPS

L’INPS – con Messaggio n. 3494/2018 – ha integrato le disposizioni impartite con Circolare n. 179/2014, in merito all’utilizzo del canale telematico per la presentazione della domanda di ricongiunzione.

Al riguardo, l’Istituto ha chiarito che è possibile presentare in via telematica la domanda di ricongiunzione:

  • dalle casse professionali nel Fondo dei lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico (gestioni ex Enpals)
  • nel Fondo dei lavoratori dello spettacolo e dello sport professionistico (gestioni ex Enpals)
  • nei Fondi speciali Elettrici, Telefonici e Volo.

Il servizio di presentazione delle domande è disponibile sul sito internet dell’Istituto previdenziale (www.inps.it) al seguente indirizzo: “Prestazioni e servizi” > “Tutti i servizi” > “Ricongiunzione (Cittadino/ Patronati)”.

Per poter accedere al servizio il richiedente deve essere in possesso del PIN dispositivo di autenticazione. Parimenti, il cittadino potrà utilizzare, per l’autenticazione, il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Nella prima fase di attuazione del processo di telematizzazione è previsto un periodo transitorio fino al 30 novembre 2018, durante il quale tali domande potranno essere presentate sia attraverso la consueta modalità, in formato cartaceo, sia nella modalità telematica.

Al termine di tale periodo transitorio, e quindi a decorrere dal 1° dicembre 2018, l’impiego del canale telematico diventerà esclusivo; pertanto le istanze presentate in altra modalità non saranno procedibili.

Solo per gli utenti dotati di Pin dispositivo, SPID o CNS, il Contact Center compila l’istanza sulla base delle indicazioni fornite dall’iscritto e la invia all’Istituto per la successiva lavorazione.

 

PRINCIPALI SCADENZE

 

Data scadenza

 

Ambito

 

Attività Soggetti obbligati Modalità
Mercoledì
10/10/2018
INPS Versamento dei contributi per i lavoratori domestici relativi al trimestre precedente Datori di lavoro domestico Inps via telematica – Tramite Conctat Center – Bollettino Mav
Mercoledì
10/10/2018
Fondi Fondo A. Pastore: contributi dirigenti versamento trimestrale Aziende del Commercio, Spedizione, Trasporti Aziende commercio, trasporto e spedizione Modello FN – 001 BNL
Mercoledì
10/10/2018
Fondi Fondo M. Besusso: contributi dirigenti versamento trimestrale Aziende del Commercio, Spedizione, Trasporti Aziende commercio, trasporto e spedizione Modello C/01 BNL
Mercoledì
10/10/2018
Fondi Fondo M. Negri: contributi dirigenti versamento trimestrale Aziende del Commercio, Spedizione, Trasporti Aziende commercio, trasporto e spedizione Modello FN – 001 BNL
Martedì
16/10/2018
INPS Versamento contributo Tfr al Fondo di Tesoreria Datori di lavoro del settore privato che abbiano alle proprie dipendenze almeno 50 addetti Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
INPS Versamento alla Gestione separata dei contributi calcolati su compensi erogati nel mese precedente a collaboratori coordinati e continuativi e venditori a domicilio, iscritti e non iscritti a forme di previdenza obbligatoria Committenti Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
INPS Versamento dei contributi sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti corrisposte nel mese precedente Datori  di lavoro Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
INPS Versamento contributo ordinario fondo di integrazione salariale. Datori di lavoro operanti in settori non coperti dalla normativa in materia d’integrazione salariale con  più di 15 dipendenti (Codice autor. INPS 0J) Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
INPS ex Enpals Versamento contributi previdenziali relativi al mese precedente Aziende dei settori dello spettacolo e dello sport Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
IRPEF Sostituti d’imposta Versamento ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, provvigioni, indennità di cessazione del rapporto di agenzia e di collaborazione coordinata e continuativa corrisposti nel mese precedente Sostituti d’imposta Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
IRPEF Versamento addizionale regionale:  rata addizionale regionale trattenuta ai lavoratori dipendenti sulle competenze del mese precedente o in unica soluzione a seguito delle operazioni di cessazione del rapporto di lavoro. Sostituti d’imposta Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
IRPEF Versamento addizionale comunale:  versamento delle rate dell’addizionale comunale previsto in forma di acconto e saldo. In caso di cessazione del rapporto di lavoro in corso d’anno, l’addizionale residua dovuta  e versata in un’unica soluzione. Sostituti d’imposta Modello F 24 on line
Martedì
16/10/2018
INPGI Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente Datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze giornalisti e praticanti Modello F24/Accise – Denuncia modello DASM
Martedì
16/10/2018
CASAGIT Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente Datori di lavoro che hanno alle proprie dipendenze giornalisti e praticanti Bonifico bancario – Denuncia modello DASM
Sabato
20/10/2018
Fondi Previndapi denuncia e versamento trimestrale contributi Dirigenti iscritti Aziende Piccola Media Industria Modello PREV/1 e versamento su C/C bancario
Sabato
20/10/2018
Fondi Previndai denuncia e versamento trimestrale contributi Dirigenti iscritti Aziende industriali Bonifico bancario – Denuncia telematica al fondo
Sabato
20/10/2018
FASC Denuncia e versamento contributi relativi al mese precedente dovuti al fondo di previdenza per gli impiegati Imprese di spedizione e agenzie marittime che applicano il Ccnl Agenzie marittime e aeree e il Ccnl Autotrasporto merci e logistica Bonifico bancario – Denuncia telematica
Giovedì
25/10/2018
ENPAIA Denuncia delle retribuzioni e versamento dei contributi previdenziali per gli impiegati Aziende agricole M.A.V. bancario – denuncia on line
Giovedì
25/10/2018
Mod. 730 Presentazione al CAF dipendenti o a professionista abilitato del modello 730 integrativo Lavoratori dipendenti, collaboratori coordinati e continuativi, pensionati che hanno presentato il modello730/2017 al sostituto d’imposta, CSF o professionista abilitato Presentazione
Mercoledì
31/10/2018
INPS ex Enpals Denuncia contributiva e retributiva – Uniemens individuale comunicazione dei dati retributivi e contributivi Aziende settori sport e spettacolo Trasmissione telematica
Mercoledì
31/10/2018
INPS Denuncia contributiva e retributiva – Uniemens individuale comunicazione dei dati retributivi e contributivi Datori di lavoro Trasmissione telematica
Mercoledì
31/10/2018
INPS Denuncia trimestrale lavoro agricolo Aziende agricole Modello DMAG-Unico telematica
Mercoledì
31/10/2018
LUL Stampa Libro Unico del Lavoro relativo al periodo di paga precedente Datori di lavoro, intermediari obbligati alla tenuta Stampa meccanografica – Stampa Laser
Mercoledì
31/10/2018
Mod. 770 Trasmissione all’Agenzia delle Entrate del modello 770/2018 Sostituto d’imposta Trasmissione telematica